martedì 11 settembre 2012

Back to normal


Come si fa?
A svegliarsi di nuovo nel proprio letto?
A uscire di casa e prendere la macchina e non il traghetto?
Ad andare al cinema senza avere in sala gli attori ed il regista del film in questione?
A non preparare la cena per le amiche più dolci del mondo?
A non sentire più attorno il dolce accento veneto?
A non vedere dalla finestra di casa passare le navi?
A non passeggiare in mezzo a calle strettissime e romantici ponti?
Venezia mi ha lasciata senza fiato.
E' una città antica e romantica..
Voglio tornarci, voglio tornare a perdermi tra le sue strade ed i suoi canali.
E poi voglio assolutamente ripetere l'esperienza della Mostra Del Cinema perché è stato qualcosa di unico: svegliarsi al mattino presto, fare un'ora di coda al freddo per entrare a vedere un film che altrimenti non avrei mai scoperto..e poi uscire dalla sala dopo due ore, rintronata, ma pronta ad un'altra coda, ad un'altra storia..per ubriacarsi di cinema!
Il viaggio è la mia essenza.
Ogni volta che parto perdo un pezzo di me, lo lascio nel posto che ho visitato..ma allo stesso tempo guadagno qualcosa: mi porto a casa il sorriso di uno sconosciuto, un angolo di una strada, un profumo..
Venezia mi ha lasciato due nuove amiche che spero ritroverò presto, il vento in faccia attraversando i canali, gli occhi pieni di luce e di acqua e di ponti.
E la voglia di tornarci.
Con chi, come me, potrebbe perdercisi e sognare.





2 commenti:

LauraTarantino on 13 settembre 2012 15:18 ha detto...

l'unica cosa che quest'anno non mi è mancata di venezia è stato l'accento. IO ODIO QUELL'ACCENTO.
cmq, SVEGLIAAAA, TORNA AL TUO PERIODO ALTERNATIVO!

Sara on 13 settembre 2012 18:27 ha detto...

Ma daiiii è un accento tenero!

Posta un commento

 

The importance of being Sara Copyright © 2009 Designed by Ipietoon Blogger Template In collaboration with fifa
and web hosting